Silvano Lodi è nato a Monaco di Baviera nel 1958.
Fin da bambino, ha seguito suo padre che aveva una galleria d’arte nel centro di Monaco, vicino al Museo Alte Pinakotek.
Verso la fine degli anni ’60, la famiglia si trasferisce a Lugano e poi a tempo indeterminato a Campione d’Italia.
Compie i suoi studi in Germania, Svizzera e Italia. Dopo il liceo si reca negli Stati Uniti, dove si imbarca su “Princess Cruises”, che ha sede a Los Angeles e lavora come buffet boy per 2 anni.
A bordo si è affezionato alla fotografia e ha iniziato a tenere traccia del suo viaggio attraverso appunti e immagini.
Si laurea in fotografia a Lugano. All’inizio degli anni ’80 viaggia per tre mesi in Cina, aprendo la mente ad un mondo completamente nuovo.

Si trasferisce poi a Londra e dopo un anno di stage inizia a lavorare autonomamente nel campo della fotografia applicata all’arte.
Verso la metà degli anni ’80 si trasferisce a Milano e lavora nel centro culturale di Bellora – precedentemente noto come Studio Sant’Andrea – dove contribuisce all’organizzazione di mostre e fiere per promuovere gli artisti la cui arte è presente in galleria.

Non appena ne ha avuto l’occasione ha iniziato a seguire le orme di suo padre, noto collezionista e mercante d’arte, nei suoi viaggi a Montecarlo, Londra, New York, alla ricerca di opere d’arte singolari.
Con molta esperienza, nel 1991 fonda la Galleria Silvano Lodi Jr. e partecipa ad un considerevole numero di mostre e fiere nazionali ed internazionali contribuendo notevolmente all’arte antica, moderna e contemporanea.
Nel 1995 è stato invitato ad esporre alla prestigiosa TEFAF di Maastricht, una delle più importanti mostre d’arte del settore.
E’ stata la prima galleria italiana a partecipare.

Alcuni anni dopo, a Roma, con l’aiuto di Walter Guadagnini, noto critico fotografico, si tiene una mostra delle sue foto scattate in Cina dal titolo “CINA 1981”.
Diversi progetti hanno aperto nuovi orizzonti, con il suo ritorno a Lugano e l’apertura della Silvano Lodi Gallery, e ArtPoint ospiterà le opere che hanno caratterizzato la sua lunga carriera.
Così come suo padre, molte opere legate alla storia della Galleria Silvano Lodi sono conservate nelle più famose collezioni pubbliche e private del mondo.

Non appena ne ha avuto l’occasione ha iniziato a seguire le orme di suo padre, noto collezionista e mercante d’arte, nei suoi viaggi a Montecarlo, Londra, New York, alla ricerca di opere d’arte singolari.
Con molta esperienza, nel 1991 fonda la Galleria Silvano Lodi Jr. e partecipa ad un considerevole numero di mostre e fiere nazionali ed internazionali contribuendo notevolmente all’arte antica, moderna e contemporanea.
Nel 1995 è stato invitato ad esporre alla prestigiosa TEFAF di Maastricht, una delle più importanti mostre d’arte del settore.
E’ stata la prima galleria italiana a partecipare.

Alcuni anni dopo, a Roma, con l’aiuto di Walter Guadagnini, noto critico fotografico, si tiene una mostra delle sue foto scattate in Cina dal titolo “CINA 1981”.
Diversi progetti hanno aperto nuovi orizzonti, con il suo ritorno a Lugano e l’apertura della Silvano Lodi Gallery, e ArtPoint ospiterà le opere che hanno caratterizzato la sua lunga carriera.
Così come suo padre, molte opere legate alla storia della Galleria Silvano Lodi sono conservate nelle più famose collezioni pubbliche e private del mondo.